hands

Hands

Acrilico su carta, Acrylic on paper

40 x 40 cm, 2015

HANDS

L’artista affronta la serie Hands in modo diverso rispetto alle produzioni precedenti. Utilizzando sempre la carta come supporto, questa volta non la incide con in Pollution e in Just Animals, ma dipinge. Prende in esame illustrazioni di agraria e ne rappresenta dei particolari; parti del tutto che, evocando l’intera rappresentazione, diventano più intensi, più crudeli, più essenziali. La nota che contraddistingue questa scelta stilistica sono i colori: il rosa e il grigio. Il rosa artificiale, plastico che quasi stride  e fa pensare alla carne e al colore che da bambini si usa per colorare gli esseri umani, qui viene utilizzato per la carne dei polli e qualche volta per le mani umane. Mani grandi che rappresentano una parte importante di molti dipinti. Il grigio è un grigio neutro, silenzioso, sterile, quasi un non colore. La serie torna ad indagare il rapporto tra uomo e animale, e a mettere in luce la contrapposizione tra grande e piccolo, tra forza e sottomissione. Il tutto immerso nelle atmosfere caratteristiche delle opere di Cogo: la dolcezza dei fiori e la leggerezza cromatica che contrastano con le immagini rappresentate. Il risultato è un oscillare del pensiero tra calma e inquietudine, verità e ironia.

The artist faces the Hands series differently than his previous productions. Always using the paper as a support, this time not as the impact on Pollution and Just Animals, but paints. It examines illustrations of agricultural and represents the details: parts for all that, evoking the whole performance, become more intense, more cruel, more essential. Note that distinguishes this stylistic choice are the colors: pink and gray. The artificial pink plastic that almost stride and suggests the flesh and to the color that is used by children to color human being, here is used for the meat of chickens and sometimes for human hands. Large hands that are an important part of many paintings. The gray is a neutral, silent, barren, almost no color. The series returns to highlight the contrast between large and small, between man and animal, force and submission. All it immersed in the atmosphere and color lightness contrasting with the images represented. The result is a swing of thought, between calm and anxiety, truth and irony.